Buenos Aires, Argentina
(+549) 11 54147112 info@360responsibletourism.com
  • Bonanza
  • Meteo
Lingue: it_IT

CILE e ARGENTINA

Machuca

dal turismo comunitario nel deserto di Atacama alla Patagonia: Torres del Paine


Estensioni: Isola di Pasqua; El Calfate /El Chalten; Buenos Aires

Partenza 18 febbraio 2018

Questo viaggio ci porta a conoscere profondamente l’etereogenitá del “Cono Sur”, la punta estrema dell’America del Sud lunga più di 6000 km condivisa tra Cile e Argentina: dalla costa dell’oceano Pacifico alla catena montagnosa delle Ande.
Visiteremo Santiago, una cittá con una importante e dolorosa storia di dittatura, con una guida esperta e sensibile alle tematiche sociali e dei diritti umani. Nel nord, al confine con la Bolivia, ci aspettano paesaggi lunari, laghi di sale e fenomeni naturali come i Geyser. Saremo accompagnati dalle popolazioni del posto, gli indigeni atacamegni che seguono fedelmente le loro tradizioni e credenze. Ci spostiamo poi in Patagonia per immergerci nella pura natura delle montagne di granito: cascate, laghi, ghiacciai e foreste di Nothofagus, camminando per i due parchi simbolo di questa terra: i Parchi Nazionali Torres del Paine (Cile).

Piano voli

Voli Intercontinentali
18 febbraio: Italia – Santiago
03 febbraio: Santiago –l’Italia
Voli Interni
20 febbraio: Santiago – Calama
24 febbraio: Calama – Santiago – Punta Arenas
02 marzo: Punta Arenas – Santiago


Programma

1° giorno 18 febbraio: Partenza dall’Italia

2° giorno 19 febbraio: Arrivo a Santiago

Arrivo a Santiago (capitale del paese dove arrivano tutti i voli internazionali). Vi staranno aspettando in aeroporto per accompagnarvi in hotel. Hotel Vegas, Calle Londres 49. Alle 15.30 vi verrá a prendere la guida per il City tour. Pranzo e cena liberi.
Santiago oltre ad essere la capitale del paese ne è anche il polo economico. È una città moderna dove le vestigia del periodo coloniale rimangono limitate a pochi edifici del centro. È inoltre una città molto attiva culturalmente con diverse organizzazioni del terzo settore e dell’economia alternativa che lavorano quotidianamente per costruire un Cile meno classista. Cena libera. I trasporti saranno con la metropolitana (non inclusa).

3° giorno 20 febbraio: Partenza per San Pedro di Atacama

Trasferimento in aeroporto per volo a Calama. Se possibile, dipende da orari e disponibilità, visita alla miniera di rame Chuquicamata, la più grande del Cile. Trasferimento a San Pedro di Atacama. Pernottamento.

4° giorno 21 febbraio: S.Pedro de Atacama – Valle della Luna e Carovana Ancestrale

La mattina visita al Valle della Luna, che è forse il simbolo più conosciuto di San Pedro. È una valle a pochi chilometri dal paese che il vento e le piogge hanno scavato nella roccia e nel sale. Qui il paesaggio completamente arido presenta colori mutevoli. Una breve camminata ci aiuterà ad abituarci all’altitudine.Valle de la Luna: Comunidad Atacameña de Coyo (co-aministrazione insieme a CONAF). Pranzo comunitario organizzato dall’associazione: alla scoperta dei gusti e profumi dei piatti tipici!
Ci passano a prendere all 9:45. Giornata di scoperta ed esplorazione del deserto di Atacama in compagnia di una guida che fa parte della EcoRed Lickan Antay. Al tramonto facciamo la conoscenza di una proposta turistica molto particolare: una piccola carovana di lama per una camminata di alcuni chilometri. Queste carovane prima dell’arrivo dei cavalli e muli erano l’unico sistema di trasporto delle mercanzie attraverso il deserto.

5° giorno 22 febbraio: Lagune dell’altipiano e Piedras Rojas

Le lagune Miscanti e Miñiques si trovano nell’altipiano a 4300 metri di altezza e a circa 110 km da San Pedro di Atacama. I loro colori turchese e blu in mezzo al color ocra del deserto le rendono particolarmente spettacolari e magiche. Si prosegue poi per un’altra ora e mezzo di strada sterrata per arrivare a “Piedras Rojas” un settore dove enormi pietroni di color rosso ricoprono una vallata e fanno da contorno a lagune anche qui di acque turchesi. Si tratta di una escursione meno frequentata delle altre che si addentra in altipiani completamente isolati.

6° giorno 23 febbraio: Geyser di El Tatio Comunidades, terme di Puritama

Si parte la mattina molto presto: alle 5,30 perché i geyser hanno il momento di maggiore attività all’alba. Il parco geotermico è posto ad alta quota (altezza massima 4300 m.) e quindi fa sempre freddo, ma lo spettacolo di questi getti di vapore nella luce del primo mattino è indescrivibile. Per chi vuole solitamente c’è la possibilità di ritemprarsi dal freddo con un bagno nelle sorgenti termali (portate il costume da bagno!). Nel pomeriggio si prosegue con una camminata in un canyon di cactus che ci porterá alle terme di Puritama (entrata non inclusa, da pagare sul posto). In serata rientro a San Pedro.

7° giorno 24 febbraio: San Pedro de Atacama – Calama – Santiago – Punta Arenas

Trasferimento in aereo con cambio a Santiago per Puenta Arenas. Arrivo e pernottamento.

8° giorno 25 febbraio: Punta Arenas – Puerto Natales

Trasferimento in bus da Punta Arenas a Puerto Natales. Resto della giornata libera. Pernottamento.

9° giorno 26 febbraio: Glaciar Balmacena

Navigazione tra i fiordi di Puerto Natales per arrivare davanti al ghiacciaio Balmaceda che tracima dalle montagne sovrastanti gettandosi in mare con una cascata di ghiaccio. Si continua la navigazione fino ad attraccare al settore Balmaceda del Parco Nazionale Torres del Paine e attraverso una breve camminata si arriva al belvedere del ghiacciaio Serrano. Rientro a Puerto Natales e pernottamento.

10° giorno 27 febbraio: Parque Nacional Torres del Paine

Escursione di tutta la giornata al Parco Nazionale Torres del Paine; oppure visitare i principali settori raggiungibili in parte in bus in parte con brevi camminate: Lago Nordenskjold; Salto Grande che forma il Lago Pehoe; fiume Pingo con vista verso il Ghiacciaio Grey. Pernottamento in rifugio.

11° giorno 28 febbraio: Parque Nacional Torres del Paine

Camminata alla base de Las Torres. Pernottamento in rifugio.

12° giorno 01 marzo: Parco Torres del Paine – Puerto Natales

Camminata all’”anfiteatro”. Rientro a Puerto Natales in serata.

13° giorno 02 marzo: Puerto Natales – Punta Arenas – Santiago

14° giorno 03 marzo: Volo – Santiago – Italia

15° giorno 04 marzo: Arrivo in Italia


Costi

Quota di partecipazione

Costi in base 8 per passeggero in camera doppia. Da riconfermare in base alla situazione del cambio valutario.

Viaggio 2700€

La quota include:

  • Accompagnatore (mediatore culturale) italiano per tutta la durata del viaggio.
  • Tutti i pernottamenti e le colazioni.
  • Trasferimento da e per l’aeroporto internazionale.
  • Escursioni:
    • 2 city tour Santiago
    • tutte le escursioni menzionate a San Pedro di Atacama con guide locali
    • Navigazione ghiacciaio Balmaceda
    • Guida di montagna a Torres del Paine (2 giorni) e el Chalten (2 giorni)
    • Ghiacciaio Perito Moreno (passerelle)
    • Rios de Hielo, navigazione per il ghiacciaio Spegazzini e Upsalla
    • tutti i trasporti terrestri in pulmini privati o bus pubblici
Supplemento camera singola: 400€

Non comprende

  • Volo intercontinentale e tasse
  • Voli interni Trasporti terresti a Santiago
  • Entrate ai parchi nazionali
  • Pasti non inclusi
  • Spese individuali


Note

Difficoltà del viaggio

Dove si dorme

In hotel assimilabile a 2/3 stelle

Dove e cosa di mangia:

Si mangia principalmente cibo tipico e locale.

Trasporti:

Durante il viaggio sono previsti due voli aerei interni. Con il gruppo ci sarà sempre un minibus privato con autista (a parte a Santiago, ove le visite si faranno con mezzi pubblici)

Escursioni, altitudini e difficoltà:

La difficoltà nelle escursioni a San Pedro di Atacama può essere rappresentata dall’altezza. In ogni caso si tratta di luoghi turistici molto frequentati, dove solo patologie preesistenti possono creare difficoltà. A Torres del Paine e a El Chalten sono previste delle camminate di media difficoltà per escursionisti. Queste giornate possono essere organizzate in modo diverso per chi non volesse camminare.
Per le forti escursioni climatiche si consiglia abbigliamento sportivo a cipolla. Portare scarpe comode per camminare.


ESTENSIONI

ARGENTINA: EL CALAFATE – EL CHALTEN – BUENOS AIRES

13° giorno 02 marzo: Puerto Natales – El Calafate

Partenza in bus di linea la mattina per El Calafate. Arrivo nel pomeriggio. El Calafate, è il punto di partenza per visitare i ghiacciai Perito Moreno e Upsalla e molti altri che si affacciano sul lago Argentino. El Calafate è anche paesino turistico, con simpatici ristoranti e la possibilità di mangiare “cordero patagónico” (agnello alle braci). Trasferimento in hotel e serata libera.

14° giorno 03 marzo: Rios de Hielos – Glaciar Perito Moreno (passerelle)

Partenza la mattina presto per Puerto Bandera, dove ci imbarchiamo per la navigazione sul Lago Argentino tra i grandi iceberg chiamati “tempanos” che lentamente si staccano dal fronte del ghiacciaio e vanno alla deriva assumendo forme disegnate dal vento e dall’acqua. Visita ai ghiacciai Spegazzini e Upsalla. Rientro nel primo pomeriggio e si prosegue per il ghiacciaio Perito Moreno. Camminata sulle apposite passerelle da dove si osserva sia il braccio sud che il braccio nord del ghiacciaio. Rientro nel tardo pomeriggio in hotel. Guida in spagnolo o inglese. Rientro a El Calafate, pernottamento.

15° giorno 04 marzo: El Calafate – El Chalten

Trasferimento la mattina presto in bus a El Chalten, sempre all’interno del Parco Nazionale dei Ghiacciai. La piccola cittadina di “El Chalten” è stata fondata nel 1985 ed è la base per esplorare una serie di sentieri che portano alla base del Fitz Roy attraversando lagune di montagna e al Cerro Torres, la vetta rimasta piú a lungo invicibile nella storia dell’alpinismo mondiale.
Durante questa prima giornata nel pomeriggio è possibile fare una camminata/trekking a Laguna Torres, dislivello 500 m, tempi di percorrenza A/R circa 5 ore.

16° GIORNO 05 marzo: El Chalten

Possibilità di escursioni e trekking a tutti i livelli, da piacevoli passeggiate a trekking per l’intera giornata:

  1. Camminata di 8-9 ore totale alla base della parete granitica del monte Fitz Roy, dislivello 900 m. costo guida 250 euro da dividersi per il numero dei partecipanti.
  2. Lago del Desierto: percorso in pulmino di circa 70 km (andata e ritorno); costo per mezza giornata 30 euro; giornata intera 50 euro a persona. Arrivati al Lago del Desierto, posibilitá di navigazione (costo extra) o camminata lungo il lago (gratuito); camminata al ghiacciaio Huemul (costo entrata circa 15 euro).
  3. Camminate piú semplici sui sentieri del parco, senza guida, nessun costo aggiuntivo.
  4. Navigazione sul lago Viedma davanti al ghiacciaio Viedma, 58 euro a persona.
  5. Navigazione e camminata sul ghiacciaio Viedma, 120 euro con camminata ai bordi del ghiaccaio; 170 con trekking guidato sul ghiacciaio stesso.

17° GIORNO 06 marzo: El Chalten– El Calafate – Buenos Aires

18° GIORNO 07 marzo: Buenos Aires – Volo per l’Italia

19° giorno 08 marzo: arrivo in Italia

Quota di partecipazione

Costi in base 8 per passeggero in camera doppia. Da riconfermare in base alla situazione del cambio valutario.

Estensione 500€


ISOLA DI PASQUA (RAPA NUI)

13° giorno 02 marzo: Puerto Natales – Punta Arenas – Santiago

14° giorno 03 marzo: Santiago – Isola di Pasqua

In serata partenza in volo aereo per Rapa Nui. Arrivo e Sistemazione in hotel.

15° giorno 04 marzo: Rapa Nui

In mattinata camminata a piedi attraverso praterie e piccoli boschi con vista sull’Oceano Pacifico. Alla fine del percorso avremo la vista incredibile di Rano Kau, un vulcano spento con un lago nel suo cratere. Dopo apprezzando l’enormità del cratere, camminiamo verso il villaggio cerimoniale di Orongo, dove ha luogo la famosa competizione uomo – uccello. Vedremo petroglifi e il panorama sulle isole vicine. Ritorno in albergo attraverso la grotta Ana Kai Tangata, dove possiamo vedere le sue antiche pitture rupestri. Nel pomeriggio (pranzo non incluso) andremo al villaggio archeologico e centro cerimoniale ” Tahai “. Il sito è stato restaurato nel 1974 e ha tre grandi altari o ” Ahus “: Ko Te Riku, Vai Uri, e Tahai. Qui potremo godere di uno spettacolare tramonto prima di tornare in albergo.

16° GIORNO 05 marzo: RAPA NUI

Dopo la prima colazione, la nostra prima tappa è la Ahu Akahanga dove la leggenda dice è sepolto il re Hotu Matua. Poi ci sposteremo a Rano Raraku, dove più di 900 moai sono stati scolpiti e 397 sono ancora lì, alcuni ancora incompiuti.
Più tardi, visitiamo il Ahu Tongariki, la più grande dell’isola, con 15 Moai. Poi ci godiamo la spiaggia Anakena (portarsi pranzo, non incluso).
Sulla via del ritorno, si visita la Ahus Nau Nau e Ature Huki.

17° GIORNO 06 marzo: RAPA NUI

La nostra guida ci porterà alla parte centrale dell’isola, dove si raggiungere a piedi la grotta vulcanica Ana Te Pahu. Poi visitare il Ahu Akivi con i suoi 7 moai restaurati in 60. La leggenda narra che queste sette statue rappresentano i sette esploratori che sono stati inviati per l’isola dal re Hotu Matua. Da lì, andiamo alla cava Puna Pau, dove costruirono le ” pukaos ” o cappelli di moais. Rientro in hotel in tempo per il pranzo (non incluso).

18° GIORNO 07 marzo: Santiago – Volo per l’Italia

19° giorno 08 marzo: arrivo in Italia

Quota di partecipazione

Costi in base 8 per passeggero in camera doppia. Da riconfermare in base alla situazione del cambio valutario.

Estensione 600€ + volo interno (da 600 a 700 euro)


BUENOS AIRES

13° giorno 02 marzo: Puerto Natales – Punta Arenas – Santiago

14° giorno 03marzo: SANTIAGO-Buenos Aires

15° e 16° giorno 04 05 marzo: Visita della città

17° giorno 06 marzo: Partenza per l’Italia da Buenos Aires

18° giorno 08 marzo: arrivo in Italia

Quota di partecipazione

Costi in base 8 per passeggero in camera doppia. Da riconfermare in base alla situazione del cambio valutario.

Estensione 300€ + + volo Santiago/Buenos Aires (rientro da Buenos Aires o da Santiago)
Download PDF