360° Turismo Responsabile – VIAGGI in ARGENTINA e CILE
Buenos Aires, Argentina
  • Meteo
Lingue: es_ESen_USfr_FRit_IT

Viaggi in Argentina

L’Argentina è un piccolo continente, con quasi 4000 km da nord a sud e fino a 1500 da est a ovest, attraversa 33° di latitudine e quasi 20° di longitudine, senza contare la Penisola Antartica! Ci sono climi ed ecosistemi per tutti i gusti e per tutte le stagioni. Trovandosi nell’emisfero australe le stagioni sono invertite rispetto alle nostre, quindi da aprile a ottobre è meglio visitare la zona nord, mentre da ottobre a marzo quella sud. L’Argentina è una Repubblica Federale divisa in Provincie, che si raggruppano in una comoda nomenclatura turistica che utilizziamo per schematizzare le innumerevoli possibilità di percorsi: Patagonia, Nord Ovest e Nord Est. Molti itinerari entrano ed escono dai confini con il Cile attraversando le Ande sia in Patagonia che nella Puna; le cascate di Iguazu sono tra Argentina e Brasile. Poi c’é la città di Buenos Aires e i suoi vasti dintorni pampeani.

Presentiamo alcune proposte di itinerario per ciascuna zona. Le possibilità di combinare i diversi itinerari sono quasi infinite, per l’estensione o la riduzione dei tempi, la scelta dei mezzi di trasporto, con accompagnatore o senza… Decidete Voi!

Patagonia

“Finalmente un’emozione, finalmente la Patagonia!”, è così che un nostro viaggiatore reagì di fronte a questa terra, immensa, desolata e bellissima, che si estende dall’oceano Atlantico alle Ande, che trova i sui limiti tra i ghiacciai e la steppa; dai pinguini alle balene, da boschi impenetrabili alle araucarie… ai resti dei dinosauri e delle foreste pietrificate, insomma un sogno, un desiderio che si trasforma in realtà: un viaggio in Patagonia! Le nostre proposte per visitare la Patagonia non si fermano ai posti IMPERDIBILI, i più spettacolari come la città di Ushuaia, il ghiacciaio Perito Moreno, la Penisola Valdès. Spingiamo il viaggiatore a seguire le orme della gente che vive in questa regione così grande e lontana da tutto per raggiungere quegli ANGOLINI dove i paesaggi lanciano un messaggio di natura e pace, gli animali scorrazzano in libertà, i segni delle ere geologiche ci mostrano la storia della terra e la gastronomia tipica ci riporta con i piedi sotto il tavolo! Anche i lunghi e faticosi percorsi su queste strade infinite offrono la possibilità di capire veramente le dimensioni, la demografia e la realtà sociale della Patagonia.

Glaciar Perito Moreno

Patagonia Imperdibile Ushuaia – Ghiacciaio Perito Moreno –Penisola Valdes 13 gg
Variazioni sul tema Stretto di Magellano – Punta Arenas/Parco Torres del Paine – Cueva de las Manos – Paso Roballo/Catedrales de marmol – Bosque Pietrificado Sarmiento – Camarones: Riserva Provinciale Cabo Dos Bahías – Puerto Deseado: La Ria e il Mirador Darwin e l’Isola dei Pinguini – Monumento Nazionale Bosco Pietrificato – Porto San Julián – Parco Nacional Monte León
Altipiano di Somoncurà Bariloche – Meseta Somoncurà – Los Menucos 5 gg
Vulcani, Araucarie e Pehuenche Copahue – Caviahue – Neuquèn 8 gg

Nord ovest

E’ questa una terra caratterizzata dai colori, dall’acqua e dalla polvere, dai sapori forti, e soprattutto dai volti e personalità di gruppi etnici diversi, ricchi della loro cultura ancestrale e di una forte e saggia spiritualità. Il paesaggio, il clima, i volti della gente cambiano totalmente a quasi 2000 km di distanza a Ovest di Buenos Aires.
Il “CAMMINO REALE” che univa Lima a Buenos Aires, nell’epoca della colonia spagnola, ha segnato di storia una serie di città tra cui Tucumàn, SALTA e S. Salvador de Jujuy. Troviamo poi La Rioja, San Juan, Mendoza e Cordoba. E’ questo tragitto che ripercorriamo tra i resti di un’architettura tipica, detta appunto coloniale, e i paesini nelle fertili vallate ai piedi delle Ande. La QUEBRADA DE HUMAHUACA, patrimonio dell’umanità per la presenza di una cultura preincaica ancora viva che ci accompagna sugli altopiani, nei paesaggi lunari e colorati, lungo i filari ordinati dei vigneti. Passiamo dal mito della Pachamama alla triste realtà dei disastri ambientali delle miniere d’oro; dalla valorizzazione delle culture ancestrali alle lotte sociali, contro un sistema a volte quasi feudale. La PUNA è un’ampia zona di altopiani sopra i 3500 metri contornata da montagne tra i 5000 e i 6000 metri che caratterizza tutta questa parte di confine tra Argentina e Cile. I grandi laghi di sale sono come miraggi bianchi tra polveri di metalli colorati che adornano i fianchi delle montagne.

Nord ovest

Tutto Nord Ovest Jujuy – Salta – Cafayate – Quilmes – Antofagasta de la Sierra – Belen – Paso San Francisco – Fiambala – Tinogasta – Chilecito – Villa Union – Valle de la Luna – Talampaya – La Rioja 16 gg
Salar e Deserti Salta – Cafayate – Cachi – Salta – San Pedro de Atacama (Cile) – Salar de Uyuni (Bolivia) – La Quiaca – Quebrada de Humahuaca – S.S. de Jujuy 13 gg
Tutto nord ovest ed est Buenos Aires – Salta – Cafayate – Cachi – Quebrada de Humahuaca – Iguazù – Buenos Aires 14 gg
Turismo Campesino Turismo Rurale in famiglia nei “Valles Calchauiqes” – Cafayate – San Carlos e dintorni
Trekking Iruya Salta – Tilcara – Humahuca – Yruya – Salar Grande – Purmamarca
Caminos de Altamira Agriturismo a Mendoza – Valle dell’Uco – i vigneti e le tradizioni

Nord est

Il nord est è un mondo acquatico che scorre senza sosta e si trasforma lentamente in fiumi, ruscelli, gocciole d’acqua sospese, nebbia e anche in vapore, fino a ridiventare acqua pura: le CASCATE DI IGUAZU. Il nord est è un mondo di luce e giochi di colori con la foresta, mista con l’acqua che riflette i colori azzurri-verdeggianti che si fondono con il rossastro della terra, un mondo svolazzante di farfalle e gremito di fiori. Il nord est è la terra dei GUARANÌ e della loro storia, le MISSIONI GESUITICHE. Il nord est è un mondo primitivo e sopraffino, ove primeggia la forza della natura e i suoi guardiani ancestrali. Le nostre proposte per visitare la “regione dell’acqua” vanno oltre i posti più noti. Dove le acque brillano di vita (IBERÀ significa acqua brillante in lingua Guaranì): piante che tra l’abbondanza di acqua e il clima caldo si rigenerano in continuazione; animali facili da avvistare, alligatori (jacarè), tapiri; cervi e specie di uccelli a non finire. Una distesa di vita bagnata, e poi i gauchos, il folklore… i tramonti rossi, la calma della sera…

Iguazù

Meraviglie Misiones Iguazu – le comunitá Guarani – Moconá – le Missioni gesuitiche in Argentina e Paraguay.​ 8 gg
Misiones concentrato La Missione di San Ignacio di Miní – Iguazu e le comunitá Guaraní ​3 gg
L’Estero del Iberà Colonia Pellegrini e la Riserva Naturale del Iberá 4 gg
Corrientes Chavarría Un paesino típico, tra acque e tradizione 4 gg
Estancia Il Cachapé Resistencia – El Cachape – Resistencia 4 gg

La città di Buenos Aires

I turisti di 360° attraversano la città come un PORTEÑO (così vengono chiamati in Argentina gli abitanti di Buenos Aires) di buon umore che un giorno alza gli occhi e scopre la sua città. Così scopriranno stili di edifici eterogenei, lampi di luce fra i tetti, le facce della gente, i bronci ed i sorrisi, le mercanzie sulle bancarelle o nei negozi di lusso. Non stanno seduti su un pullman privato asettico ed isolante. Proponiamo una visita della cittá dal punto di vista storico-sociale con l’approfondimenti di temi come il movimento delle Fabbriche Recuperate, i diritti umani, MADRES DE PLAZA DE MAYO; centri di detenzione clandestina, Teatro Comunitario e il TANGO. Dipendendo dal tempo e dagli interessi dei viaggiatori la Cittá di Buenos Aires offre moltissime possibilitá di visite… Decidete voi!. Alcuni spunti di itinerari:

La Boca

Itinerario base: conoscere la città di Buenos Aires
Le Madri di Plaza de Mayo
Centri di detenzione clandestina
MNER: Movimento Nazionale Fabbriche Recuperate

La Provincia di Buenos Aires

Appena fuori dal Gran Buenos Aires, estensione urbanizzata di quasi 100 km di raggio dal nucleo della città vera e propria, il paesaggio è monopolizzato dalla pianura verde che si unisce al cielo nella linea dell’orizzonte. Bestiame che pascola liberamente e distese di campi coltivati si alternano a rare ed isolate case circondate da alberi. A nord l’infinito DELTA del RIO PARANA. Ai margini delle strade asfaltate si incrociano GAUCHOS a cavallo. Possiamo visitare paesini attraversati dal FERROCARIL ormai dismessa, dove ritroviamo LA PULPERIA, il magazzino di RAMOS GENERALES. In tutta questa provincia ci sono solo due zone collinari, caratterizzate da boschi e ruscelli: La Sierra di Tandil e Sierras la Ventana. I luoghi che vi proponiamo sono fuori dalle principali rotte turistiche, come quei mille “angolini” del nostro stesso paese a noi tanto cari. Ciascuno di questi itinerari é facilmente raggiungibile da Buenos Aires in pullman, i tempi necessari sono tra i 1- 4 giorni ciascuno.

Provincia BA

Il Delta del Rio Paraná: Bonanza Deltaventura, Tigre
Il parco Museo Hudson: Municipalità di Florencio Varela, un pezzettino di pampa in mezzo alle cittá.
Pipinas